giovedì 18 aprile 2019
  •   |  -A
  •   |  A
  •   |  +A
Sei in : Home » Affido Familiare » Diritti Genitori Affidatari

Ricerca nel Sito

PARTNERS

Regione Lazio ASL LAtina Distretto Socio Sanitario LT1 Comune di Aprilia Comune di Cisterna di Latina Comune di Cori Comune di Rocca Massima Astrolabio Coop. Soc. Cotrad Coop. Soc.
I diritti dei genitori affidatari

Rimborso spese agli affidatari

La legge nazionale prevede che Stato, Regioni e Enti locali dispongano (nell’ambito delle proprie competenze e nei limiti delle proprie disponibilità di bilancio) misure di sostegno, anche economiche, in favore della famiglia affidataria.

Assegni familiari

In base alla normativa vigente (L. 149/01, art. 38, comma 1) il giudice, anche in relazione alla durata dell’affidamento, può disporre che gli assegni familiari e le prestazioni previdenziali relative al minore siano erogati temporaneamente in favore dell’affidatario.

Detrazione d’imposta

La legge sancisce che sono applicabili agli affidatari le detrazioni d’imposta per carichi di famiglia, purché l’affidato risulti a carico (art. 12, DPR n. 917/86) e ciò sia comprovato da un provvedimento dell’autorità giudiziaria.


TUTELA DELLE LAVORATRICI E DEI LAVORATORI AFFIDATARI

La legge estende ai lavoratori che accolgono in affidamento temporaneo un minore i seguenti diritti:

Congedo per maternità o paternità (astensione obbligatoria)

Il diritto all’astensione obbligatoria dal lavoro per maternità spetta per il minore fino al compimento del 18° anno di età. Il diritto decorre dalla data di effettivo ingresso del bambino/ragazzo nella famiglia affidataria ed è fruibile per un periodo massimo di tre mesi in via continuativa o frazionata e comunque entro i cinque mesi dall’ingresso del minore in famiglia.

Aspetti economici
Durante il periodo di congedo è corrisposta un’indennità pari al 100% della retribuzione nel caso in cui l’affidatario sia dipendente di pubblica amministrazione, mentre l’indennità è pari all’80% nel caso di dipendenti di datori di lavoro privati (salvo condizioni migliori stabilite dai contratti collettivi di lavoro).


Riposi orari giornalieri

Gli affidatari possono usufruire, nel corso della giornata, di permessi orari ai fini di assistenza, nel limite di due ore quando l’orario di lavoro è pari o superiore a 6 ore; qualora l’orario giornaliero di lavoro sia inferiore alle 6 ore il riposo è pari ad un’ora. I riposi orari sono fruibili entro il primo anno dall’accoglienza del minore.
I riposi orari possono essere fruiti sino al raggiungimento della maggiore età del minore in affido.
Gli affidatari che accolgono nella stessa data due o più minori, anche non fratelli, hanno diritto al raddoppio dei riposi in analogia a quanto stabilito dall’art. 41 del T.U. che disciplina il raddoppio dei riposi in caso di parto plurimo (Circ. INPS n. 91 del 26 Maggio 2003).

Aspetti economici
I riposi orari sono retribuiti al 100% e assistiti da versamento contributivo.


Congedo parentale per minori in affidamento temporaneo (Astensione facoltativa)

Gli affidatari possono fruire del congedo parentale per i minori di diciotto anni e comunque entro otto anni dall’ingresso del minore in famiglia; può essere fruito anche contemporaneamente da entrambi in modo continuativo o frazionato, dall’affidataria che ha già fruito del congedo di maternità per un periodo massimo di sei mesi, dall’affidatario dopo l’ingresso del minore in famiglia per un periodo massimo di sette mesi.

Aspetti economici
Età del bambino non superiore a sei anni:
è previsto il trattamento economico al 30% (nel caso di pubblico dipendente il primo mese è retribuito al 100%) per i primi sei mesi complessivi tra i genitori, senza condizioni di reddito (indipendentemente dal reddito della famiglia affidataria) per i primi tre anni di ingresso del minore.


Congedo parentale per minori con disabilità
Per i minori di 18 anni
Gli affidatari di bambini con handicap, la cui disabilità e situazione di gravità risulta attestata con apposita certificazione, hanno diritto alternativamente alle seguenti agevolazioni:

  • prolungamento del periodo di congedo parentale anche per periodi non continuativi fino a tre anni dall’ingresso del bambino nel nucleo familiare e a partire dal termine del periodo corrispondente alla durata massima del congedo parentale, esclusi i casi in cui è ricoverato presso istituti specializzati;
  • in alternativa al prolungamento del congedo parentale, due ore di permesso giornaliero retribuito, anche frazionabile con il limite minimo di un’ora.

Aspetti economici
Nel periodo di prosecuzione del congedo parentale oltre i sei mesi previsti, la retribuzione viene corrisposta nella misura del 30% con effetti sulla tredicesima mensilità; le assenze per permessi giornalieri di due ore sono retribuite, ma incidono, per i lavoratori privati, sulla tredicesima mensilità. I tre giorni di permesso mensile vengono retribuiti al 100%.


Permessi per malattia del minore

Gli affidatari hanno il diritto di assentarsi dal lavoro, alternativamente, durante le malattie del bambino di età inferiore agli otto anni entro gli stessi limiti e con le stesse modalità previste per i genitori naturali. Il diritto al congedo per malattia senza limite di durata è esteso fino al compimento di sei anni d’età del bambino. Se al momento dell’ingresso in famiglia il bambino ha un’età compresa tra i sei e i dodici anni, il congedo è fruibile entro i primi tre anni, nel limite di cinque giorni l’anno.

Aspetti economici
Fino al sesto anno di vita del bambino il genitore affidatario durante il congedo per malattia dello stesso, per un massimo di trenta giorni all’anno, ha diritto al trattamento retributivo, previdenziale e normativo pieno; dopo il sesto anno di vita del bambino il congedo non è retribuito.


Fonti normative: D.lgs. 26 Marzo 2001 n. 151 (T.U. maternità

Indice Contenuti

Documenti pdf

Se non si dispone di Acrobat Reader per visualizzare i file in formato PDF cliccare sull'icona per scaricarlo gratuitamente.

Scarica Acrobat Reader

Ultima Modifica: 28 maggio 2015
Numero Accessi: 10.146
Stampa    Invia    Preferiti       Condividi su
© 2014-2019 Spazio Affido
Spazio Affido - Viale XXI Aprile, 53 Latina 04011 - Tel. 0773 666315 - Fax 0773 470100
CSS Valido!   Valid XHTML 1.0 Strict   W3C WCAG Double-A conformance